Cos'è il Distretto Lattiero-Caseario

Il Distretto Produttivo Siciliano Lattiero Caseario è nato su iniziativa di Imprenditori, di Cooperative, di Enti (con in testa la Provincia Regionale di Ragusa, ente capofila), di Organizzazioni, di Atenei, del Corfilac e degli altri aderenti che, consapevoli delle potenzialità, qualitative, produttive ed economiche del settore,  hanno realizzato una aggregazione finalizzata a valorizzare l’intera filiera ed il territorio che la caratterizza e ad essere una voce unica nel rapporto con il mercato e con le istituzioni.

La sua costituzione fa riferimento all’art. 56 della Legge Regionale 17 del 28.12.2004 ed al Decreto dell’Assessorato Regionale alle Attività Produttive (ex cooperazione) n.152 dell’1.12.2005 e successive modifiche ed integrazioni.

Il Distretto, è stato riconosciuto con decreto dell’Assessore alle Attività Produttive n. 787 del 20.04.2012 ed è scaduto il 30.06.16. A seguito dell’avviso del 15.10.19, grazie alla rinnovata disponibilità del Libero Consorzio Comunale – ex Provincia Regionale – di Ragusa e del Corfilac, è in atto in attesa di un nuovo riconoscimento. La relativa richiesta è stata inoltrata, entro i termini fissati, unitamente al “Patto di Sviluppo” rielaborato e sottoscritto dai soggetti che hanno aderito.

Ha la sua Sede legale ed operativa a Ragusa, presso i locali della Provincia Regionale; altra Sede operativa è presso il Comune di Cammarata.

Il Distretto si prefigge una progettualità mirata ad armonizzare, organizzare e promuovere la Filiera Lattiero Casearia Siciliana in una logica di sviluppo  rivolto a tutti i soggetti, soprattutto imprenditoriali, aderenti,  al di là di qualsiasi logica settoriale o territoriale.  E’ stato concepito e progettato in linea con le direttive dell’Unione Europea, per rispondere alle esigenze della filiera, in termini imprenditoriali e commerciali, oltre che per il produttivo utilizzo dei fondi comunitari.

Il Distretto è caratterizzato dal coinvolgimento degli Imprenditori della filiera Lattiero Casearia (allevatori, cooperative, mangimisti, caseifici, operatori commerciali e consumatori), delle Organizzazioni di Categoria,  di alcune Università e dei Centri di Ricerca (col Corfilac in testa) e dell’ Istituto Zooprofilattico, delle Istituzioni locali e, fra esse, del Libero Consorzio Comunale di Ragusa che ha promosso il Distretto ed è l’Ente capofila che ne ospita la Sede legale.

 In relazione agli impegni contenuti nel “patto” sottoscritto, il Distretto si prefigge di organizzare l’intera filiera, coordinandone le azioni per un concreto sviluppo distrettuale a vantaggio dei soggetti imprenditorialmente interessati;  di mettere insieme (consorziandoli) i soggetti interessati all’accesso ai fondi comunitari; di coordinare l’attività di ricerca mettendo a frutto la disponibilità  del Corfilac  e delle Università  aderenti; di operare per la ottimale qualificazione, valorizzazione e promozione delle produzioni tipiche e tradizionali del territorio anche attraverso la realizzazione di un marchio distrettuale. Si prefigge altresì di promuovere il consumo del "Latte fresco di qualità" e ulteriormente intervenire per l’affermazione commerciale del “Ragusano”, del “Piacentino Ennese”; del “Pecorino Siciliano”,  della “Vastedda del Belice” e della “Provola dei Nebrodi” (tutti con marchio di Denominazione di Origine Protetta) e lavorare per l’ottenimento del marchio comunitario per altri formaggi di alta qualità a partire del “Caciocavallo Palermitano”, del “Tumazzo Modicano”, della “Provola iblea”, del “Cosacavaddu Ibleo” e della “Tuma Persa” senza trascurare i vari tipi di ricotta siciliana con particolare riferimento alla “Ricotta Salata” e della “Ricotta Infornata”.

Il Distretto intende  puntare altresì alla realizzazione di una Coesione Distrettuale capace di sviluppare una efficace “sintesi unitaria”  che, col coinvolgimento delle Organizzazioni di settore e della Cooperazione, dovrà  guardare alla elaborazione di strategie di sviluppo  oltre che al sostegno di azioni d’interesse distrettuale per la istituzionalizzazione di una unica proficua concertazione politico-istituzionale ed alla fissazione di una politica di filiera e per la individuazione di iniziative per la soluzione di problemi frenanti per lo sviluppo della Filiera e per il settore zootecnico e per gli allevatori in particolare.

Home
Cos'è il Distretto
Documenti
Territorio
Aziende
News
Link
Stampa
Bandi
 
 
 

GOVERNANCE
DEL DISTRETTO

 

LEGALE RAPPRESENTANTE

 Enzo Cavallo

 

Fino a quando il Distretto non sarà ufficialmente riconosciuto dall’Assesso-rato Regionale delle Attività Produttive, avrà solo il “legale rappresentante” indicato dai promotori (Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Corfilac ed Associazione Diprosilac) e condiviso da tutti i sottoscrittori. Dopo il riconoscimento sarà convocata l’assemblea dei sottoscrittori per la elezione del Presidente, del Consiglio Direttivo e del Comitato Tecnico

 

 
 
 Copyright © 2012 - Distretto Produttivo Siciliano Lattiero-Caseario - All Rights Reserved